Mai come in questo periodo abbiamo avuto la consapevolezza di quanta plastica consumiamo. Confezioni usa e getta per alimenti, verdure, imballaggi di ogni tipo, flaconi di detergenti e detersivi e molte, troppe bottiglie di acqua.

Durante il periodo di emergenza Coronavirus l’aumento delle bottiglie d’acqua in plastica è cresciuto in maniera esponenziale.

Questo dato per certi versi allarmante ha inciso in maniera decisa e negativa sia sulla gestione del rifiuto che sul portafoglio delle famiglie, che hanno speso durante il periodo di emergenza in media dai € 150 ai € 230. Si stima che una famiglia di 4 persone abbia consumato durante il periodo dell’emergenza coronavirus in media 168 bottiglie al mese, quindi in totale circa 500 bottiglie in PET.

Tutto ciò ha comportato una produzione molto elevata di PET.

In considerazione di ciò, va detto che per la produzione di sole 20 bottiglie da Lt 1,5 si consumano circa 2 Kg di petrolio, rilasciando nell’atmosfera 45 g di idrocarburi, 25 g di ossidi di zolfo, 20 g di monossido di carbonio ma soprattutto 2,3 Kg di anidride carbonica, responsabile dell’effetto serra.

Restando a casa abbiamo massimizzato tutti i nostri consumi, facendo emergere la quantità di plastica che utilizziamo quotidianamente, evidenziando tra le altre cose l’esigenza di un impegno familiare verso la gestione del rifiuto che nel caso delle bottiglie d’acqua si vive subendolo.

Ma ridurre l’inquinamento da plastica è possibile!

E’ necessario tornare in maniera decisa a porci il problema dell’ambiente, della tutela dei mari e degli oceani, dove purtroppo troppo spesso oramai riscontriamo disastri ambientali di difficile soluzione.

Maya da 25 anni opera nel settore della purificazione dell’acqua e si adopera in maniera decisa verso la sensibilizzazione dell‘utilizzo dell’acqua a Km zero.

Bere l’acqua del rubinetto di casa è possibile!

Con migliaia di impianti installati e migliaia di famiglie soddisfatte Maya permette ai propri Clienti di bere l’acqua di casa priva di ogni contaminazione, pura, più leggera e più sana.   

Gli erogatori Maya godono di diverse certificazioni, sono 100% Made in Italy e gli impianti di refrigerazione sono alimentai da GAS NATURALI, privi di fluoridi.

Maya, leader nel settore del trattamento dell’acqua da bere, completa la sua proposta garantendo ai propri clienti la migliore assistenza post vendita.

Con un team di tecnici specializzati garantisce le manutenzioni periodiche e le migliori performance degli erogatori installati.

Contattaci subito per un sopralluogo gratuito!

Pin It on Pinterest

Share This