Con il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate dello scorso 16 giugno 2021, più conosciuto come Bonus acqua potabile 2021 sono stati definiti i criteri e le modalità di applicazione e di fruizione degli incentivi per l’acquisto di sistemi di depurazione dell’acqua, con approvazione del modello e relative istruzioni per la comunicazione delle spese.

Il Bonus acqua potabile 2021 è stato istituito allo scopo di razionalizzare l’uso dell’acqua e ridurre il consumo di contenitori di plastica. Prevede un credito d’imposta pari fino al 50% delle spese sostenute tra il 1° gennaio 2021 e il 31 dicembre 2022 per l’acquisto e l’installazione di sistemi di filtraggio, mineralizzazione, raffreddamento e/o addizione di anidride carbonica alimentare.

Il credito d’imposta è riconosciuto alle persone fisiche nonché ai soggetti esercenti attività d’impresa, arti e professioni e agli enti non commerciali, compresi gli enti del Terzo settore e gli enti religiosi civilmente riconosciuti, che potranno così migliorare la qualità dell’acqua proveniente dall’acquedotto.

L’ammontare complessivo delle spese non può essere superiore, per le persone fisiche non esercenti attività economica, a 1.000 euro per ciascuna unità immobiliare e, per gli altri soggetti, a 5.000 euro per ciascun immobile adibito all’attività commerciale o istituzionale. Nel caso di installazione di depuratori d’acqua presso la propria abitazione è dunque disponibile un bonus fiscale fino a 500 euro, mentre per enti ed esercenti il risparmio può raggiungere i 2500 euro.

Richiedi il tuo Bonus acqua potabile 2021 all’Agenzia delle Entrate per acquistare un frigogasatore o un impianto di purificazione Maya!

Affrettati, il credito d’imposta vale fino a esaurimento fondi… contattaci subito!

Per ulteriori approfondimenti è possibile consultare il testo integrale del provvedimento sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Non perdere le nostre promozioni!

Rimani aggiornato su tutte le ultime news e le nostre offerte esclusive.



    Pin It on Pinterest

    Share This